La tv ha le ore contate?

6 ottobre 2009

televisione-defC’è chi dice che la televisione così come la conosciamo oggi ha le ore contate. Se non le ore, gli anni: 4-5, secondo i più apocalittici; una decina al massimo, secondo altri. Uno dei motivi è il graduale abbandono del modello generalista (reti tv per tutti i gusti, come RSI LA 1), e l’affermazione dei canali di nicchia satellitari e a pagamento e della pay per view (paghi ciò che vedi). E poi c’è il web. Ecco cosa ha scritto lo scrittore cyberpunk Bruce Sterling: “La tv, che invecchia veloce, è nei guai. Anche la parola stessa suona antica, la gente oggi parla sempre più spesso di video. Andate in Rete, su Google Video, YouTube, Revver, VideoSift. Guardate i videoblog amatoriali, o vlog: nessuno dice di avere un “blog televisivo”. Tutti questi siti sono felici di distribuire clip e video, nessuno aspira a imitare la televisione, nessuno sogna di diventare un noioso, antico, canale tv”.

Annunci

Una Risposta to “La tv ha le ore contate?”

  1. Cristian Says:

    Per l’ennesima volta ritorno a leggere questo post perché pone interessanti interrogativi. Possiamo confrontarci e ragionare sulla quotidianità, ma è importante, per non farci travolgere, avere chiara la strada che sta prendendo la televisione, o meglio le possibili alternative che si presentano nell’immediato futuro.
    Da una condizione di monopolio (modello generalista) ci stiamo spostando verso un modello in cui la concorrenza si sta moltiplicando. Per i modelli più giovani, snelli e veloci è più facile adattarsi e andare a colpire nicchie o fasce di mercato significative, questo probabilmente non lo è per chi è sul mercato da decenni, dalla nascita della televisione.
    Forse come ormai si sente parlare in vari settori, il vero e significativo cambiamento lo si avrà con l’integrazione, quando la televisione sarà realmente collegata alla rete. Io guardo filmatati, video, notizie attraverso la rete e quindi sul PC o su telefonino, ma lo faccio in momenti in cui normalmente non guarderei la televisione. Divano, patatine, televisione, una buona compagnia creano un atmosfera che non è facile battere.
    In alcuni post emerge il desiderio di vedere sulla RSI, più documentari, programmi di maggiore spessore culturale, programmi capaci di valorizzare ancora di più le specificità regionali. Se questi non trovano spazio sui canali tradizionali si potrebbero presentare su canali o attraverso mezzi differenti . L’importante è farlo prima di altri.
    Queste sono alcune considerazioni fatte non da un esperto, ma da un utente, osservatore distratto. Cristian


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: